Copia Cache di Google – Dove Trovarla e Come Utilizzarla

La copia cache è uno strumento potente (e spesso sottovalutato). Viene messo a disposizione da Google durante le sue eterne scansioni del Web. I crawler indicizzano i diversi siti, e tengono sempre in memoria ciò che vedono. In questo modo danno una certa rilevanza temporale ai dati del proprio database. Gli utenti potranno perciò consultare una copia della pagina richiesta al fine di:

  • trovare vecchie copie delle pagine di un sito;
  • trovare l’informazione richiesta nel motore di ricerca quando il sito è down. Lo stesso vale per siti non disponibili o per contenuti accidentalmente rimossi.

dov’è finita la copia cache di google?

Già da parecchi mesi Google ha eliminato il link della cache dalla posizione tradizionale (sotto ogni risultato di ricerca). In tanti si sono allarmati, non sapendo che in realtà questo collegamento è ancora presente. Dove si trova?  Bisognerà fare clic sulla freccia presente nell’anteprima deirisultati, come riportato in figura:

copia cache

Esistono comunque diverse situazioni in cui sarà utile utilizzare un collegamento diretto alla pagina memorizzata dai server di Google. Per queste evenienze basterà interpellare direttamente la cache attraverso il link diretto http://google.com/search?q=cache: seguito dall’URL completo della pagina di cui vogliamo ottenere la copia. Ad esempio http://google.com/search?q=cache:www.patextra.it.

Oltre ai metodi fin qui esposti esistono un’altra serie di trucchi utili per ottenere più velocemente la cache. Ad esempio attraverso un bookmarklet sarà estremamente facile ottenere la copia della pagina visualizzata sul browser.

Un bookmarklet non è altro che un collegamento memorizzato tra i “Preferiti” del browser. All’interno di questo sarà presente del codice Javascript. Con il bookmarklet si potrà accedere rapidamente a determinate funzioni. Nel nostro caso il bookmarklet utilizzato è:

javascript:void((function(){var a=location.href.replace(/^http%5C:%5C/%5C/(.*)$/,”$1″);location.href=”http://www.google.com/search?q=cache:”+escape(a);})())

Copiando e incollando nella barra dei preferiti questo collegamento avrete diretto accesso alla Copia Cache di Google per ogni pagina che state visitando.

estensioni di chrome

Esistono inoltre delle ottime estensioni di Chrome utilizzate per la gestione della cache. Tra queste ci sentiamo di segnalare:

View Link on Google Cache

Cache

Google Cache Link Protector.

Quest’ultimo in particolare ci permette di continuare la navigazione, quando possibile, all’interno del database di Google. Ad ogni link verrà sostituito il collegamento alla sua Copia Cache. Risulterà molto utile nel caso fossimo interessati ad una prolungata navigazione di un sito che si trova attualmente offline.

alternative alla copia cache

Google non è l’unico sito ad offrire questo servizio. Tra le opzioni alternative ne esistono di diversi tipi:

  • quelle single-page. Esse permettono di visualizzare copie multiple di un determinato indirizzo catturate in diversi istanti temporali. Quest’ultima opzione è utile se fossimo interessati a vecchie copie di una determinata pagina. Si potranno riesumare contenuti datati e quindi non più disponibili nei normali servizi di caching. In particolare fanno parte di quest’ultima categoria:
  • quelle simili a Google Cache, offerti da competitor di Google come Live, Yahoo, Ask, Gigablast, Alexa etc.

Tra i servizi del primo tipo solo Wayback Machine sembra essere utile per la ricerca di pagine web non americane.

Rimozione di un URL dalla Cache di Google

Per i webmaster le pagine memorizzate da questi servizi possono essere un’arma a doppio taglio. Basti pensare a tutte quelle situazioni in cui si possono riscontrare problematiche. Questo può capitare nel caso di:

  • errori nella generazione dei contenuti;
  • pagine contenenti dati sensibili visualizzati per errore
  • violazioni del Copyright.

Eliminare definitivamente la pagina generata per errore è semplice. Sarà più laborioso il procedimento di eliminazione di questa dai risultati d ricerca e dalla Cache di Google.

Per farlo occorrerà specificare, all’interno di Google Webmaster, l’indirizzo esatto dell’URL da rimuovere. Nel giro di poche ore la pagina verrà completamente eliminata dal database di Google.